Mercoledi, 13 Dicembre 2017
Facebook

Elettricità: quanto costa la bolletta elettrica ?

Per i clienti domestici in regime di maggior tutela, quelli più diffusi, la bolletta elettrica costa in media 515 euro l’anno.

Chi sono i clienti in maggior tutela ?

Parlando di bollette elettriche e liberalizzazione del mercato elettrico , in altri articoli avevamo scritto sui clienti elettrici in regime di maggior tutela, fascia di utenti elettrici ancora maggiormente diffusa. In poche parole il cliente in regime di maggior tutela è il cliente, famiglia o piccolo consumatore elettrico, che, non avendo ancora cambiato fornitore o contratto di fornitura con altro operatore elettrico presente sul libero mercato, usufruisce ancora delle condizioni economiche e dei prezzi dell’ energia elettrica definiti dall’Aeeg, l’Autorità per l’energia elettrica ed il gas. I prezzi dell’energia definiti da questo ente sono ri-calcolati ed aggiornati ogni tre mesi sulla base del prezzo medio del trimestre precedente rilevato sul libero mercato.

Questi sono dunque i consumatori serviti in maggior tutela.

Quanto costa la bolletta elettrica per i clienti in maggior tutela ?

Bolletta elettrica

I clienti in regime di maggior tutela pagano sostanzialmente quattro macro-voci nella loro bolletta elettrica:

- i servizi di vendita
- i servizi di rete
- gli oneri di sistema
- le imposte

I servizi di vendita

I servizi di vendita rappresentano la quota maggiore dell’ammontare della bolletta elettrica: rappresentano circa il 57% del totale della bolletta ed è il prezzo dell’energia elettrica venduta al cliente finale. I servizi di vendita per il secondo trimestre del 2012 incidono per un importo pari a 294 euro l’anno, per un utente domestico tipo. L’ “utente domestico tipo” è il profilo di consumo “standardizzato” di una famiglia media residente nel comune di fornitura con consumi di circa 2.700 Kwh l’anno e con il classico contratto di fornitura di 3 Kw di potenza.

I servizi di rete

I servizi di rete sono tutti quei servizi relativi al trasporto, distribuzione e misura dell’energia elettrica. Quindi include i costi per il mantenimento della rete elettrica nazionale, dei vari contatori e misuratori, dei trasformatori, delle cabine elettriche, ecc..).

I servizi di rete riguardano quindi tutti i costi delle infrastrutture sulle quali passa l’energia elettrica in Italia dal produttore al consumatore finale. Questa voce di costo incide sul totale della bolletta elettrica per circa il 13,4%. Per il secondo semestre del 2012 la spesa media  per un utente domestico tipo, per i servizi di rete, è di 69 euro l’anno.

I servizi di rete, a differenza dei servizi di vendita, sono costi fissi comuni a tutti gli operatori elettrici operanti sul libero mercato: è sui servizi di vendita, infatti, che emerge il vantaggio competitivo di un fornitore elettrico su un altro. I servizi di vendita, a differenza dei servizi di rete, sono costi contrattabili tra utenti ed operatori elettrici, mentre i servizi di rete devono essere pagati per tutti in ugual misura.

Gli oneri di sistema

Gli oneri di sistema sono tutti quei costi aggiuntivi determinati da specifici decreti attuativi e norme di legge che servono a finanziare particolari misure energetiche, incentivazioni o altri oneri aggiuntivi. Sono le famigerate componenti A, UC e MCT. Nelle bollette elettriche dei clienti domestici questa pluralità di voci è inclusa nel capitolo dei servizi di rete.

Gli oneri di sistema includono le incentivazioni alle fonti energetiche rinnovabili e le entrate per finanziare il conto energia fotovoltaico incidono sulle bollette elettriche, per gli utenti in regime di maggior tutela,  per circa il 16% della spesa totale. Per il secondo trimestre del 2012, in particolare, essi hanno contribuito per una spesa media di circa 84 euro l’anno.

Le imposte

Le imposte sono essenzialmente due: le accise e l’ Iva.

L’accisa è l’ “imposta nazionale erariale di consumo” associata a specifiche categorie di consumo, non solo energetiche quindi, ed è proporzionale ai consumi elettrici. Le relative addizionali provinciali e comunali sono state abolite in tutte le Regioni, ed i clienti domestici fino a 1.800 Kwh di consumi annui godono di particolari agevolazioni.

L’Iva, invece, per i clienti domestici ha l’aliquota del 10%, per tutti gli altri è invece del 21%.

Le imposte incidono per circa il 13% sul totale della bolletta elettrica e per il secondo trimestre 2012 hanno contribuito alle spese totali, per un cliente domestico tipo, per circa 68 euro l’anno.

Fonte: Aeeg

Richiesta preventivi

Vuoi installare un impianto fotovoltaico ?
Ti interessa un sistema di accumulo ?
Devi progettare un impianto elettrico ?

Necessiti di assistenza e manutenzione ?
Richiedi un preventivo GRATUITO !

Premier Partner SunPower
I pannelli solari più potenti al mondo.
SolarEdge
Il sistema più efficiente ed efficace

nella gestione della produzione 

SMA Solar Tecnology
Inverter SMA, il cuore di ogni impianto fotovoltaico
  
Tesla
Energia Sostenibile per la tua casa o azienda